-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

CORSE DI MARTEDI' 1 AGOSTO - PREMIO PROGETTO BOTTEGA SCUOLA - BOTTEGHE DI MESTIERE - Semifinale Superfrustino Sisal Matchpoint - inizio corse ore 21.00

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA SERATA DI CORSE 
Agosto apre in grande stile all’ippodromo del Savio mettendo in scena la quarta ed ultima semifinale del Superfrustino 2017, quella che sancirà i nomi dei due driver finalisti e che regalerà la certezza della promozione, come lucky looser, al miglior terzo arrivato tra i partecipanti alla manche riservate ai senior. Mentre si sprecano le voci su wild card di prestigio attese per il 22 agosto, scelte peraltro in sede di definizione,  i dieci ospiti della serata incroceranno i frustini nelle cinque sfide loro riservate, dando vita ad un suggestivo giro d’Italia, con la Campania a farla da padrona grazie a  ben quattro inviati e la Sicilia a rispondere con due esponenti di grande talento, Lombardia, Friuli e Lazio sono le altre Regioni dalle quali giungono  rappresentanti di classe ed esperienza che le prossime righe sveleranno. Da qualche lustro in Emilia, il palermitano doc Francesco Virzì  ha strappato l’invito all’ambito agone in virtù di indubbie doti d’improvvisatore che gli hanno permesso di assurgere alla consacrazione classica grazie al successo nel Gran Criterium Filly con la generosa Sharon Gar, mentre l’esperienza e la maturità conseguita negli anni dal milanese di sangue campano Max Castaldo, ne hanno coniugato talento e sagacia tattica sino a farne un affermato catch  che però non trascura l’attività mattutina con i soggetti di scuderia e che,  dai fasti giovanili con Cantor Pf, Alma ed Anny Roc,  è giunto sino alla veloce Robinia, passando dal toboga di San Siro al nuovo corso del trotto meneghino in zona Maura. Davide di Stefano è ormai un affermato campione delle redini lunghe, gloria giunta in leggera differita per il siciliano, anche perché la folgorazione per il trotto è giunta dopo i vent’anni, ma la severa scuola del compianto Biagio Lo Verde ne  ha in breve affinato mente sveglia e mani veloci sino ai successi d’elite con Novarica, Tiffany Caf ,Super Star Reaf e Uragano Trebì, mentre la dura gavetta con il fratello Giordano ed un lungo  periodo da globe trotter ai tempi di Vincenzo Tufano,  ha via via temprato le indubbie capacità di Dario Battistini, catch di riferimento negli impianti del centro Italia e da un decennio costante presenza  nella top ten tricolore. Tradizione famigliare anche  nel campo dell’allevamento, con la griffe NP,  una indubbia passione per i trottatori ed una scuola di saggio artigianato presso trainer di stanza nel capoluogo giuliano, hanno progressivamente avvicinato Ferdinando Pisacane all’agonismo proiettando il giovane di Palmanova ai vertici regionali prima, tricolori poi, con l’immensa gioia di primeggiare al Montebello con l’home’s made Omas Np in un indimenticabile Giorgio Jegher, mentre Gaetano Di Nardo è l’emblema della partenope ippica che traduce i sogni in realtà, come quando il fratello d’arte( di Ciro e Antonio) assurse a gloria eterna vincendo il Lotteria 2010 con l’outsider Italiano. Napoli ancora in vetrina con Mario Minopoli Jr, il”francesino” cantato da Salvio Cervone, leader di una prolifica stirpe retta da papà Salvatore con dovizia di vittorie ed una scuderia che supera i 150 effettivi divisi tra la sede campana e le filiali sparse tra Piemonte e Francia, ma anche con Vincenzo D’Alessandro Jr, celeberrimo “manine dolci “ di Cervoniana memoria che a suon vittorie ed un affidabile rendimento  si è ritagliato un posto di rilievo nel cuore degli appassionati e soprattutto con Giuseppe Pietro Maisto, esperto, grintoso, sagace e buono per tutte le stagioni e per cavalli dalle più disparate caratteristiche, intramontabile come i  “Blue Jeans” che poi, è il nomignolo affidatogli dal solito, immarcescibile Cervone. Si torna in Sicilia e più precisamente alla Favorita per ritrovare Domenico Zanca, professionista di qualità e sostanza che torna al Superfrustino dopo aver sognato in grande nel 2016 e lo fa da ospite gradito delle scuderie del Savio. Dalle parole ai fatti, dal red carpet alla pista, con il primo round agonistico riservati a 4 anni e la  sorte a premiare subito Maisto e regalare al driver di Giuliano l’abbinamento con l’ex promessa Upupa Rl, mentre il corregionale Minopoli potrebbe usufruire di punti benedetti dalla forma al top di Ussaro Egral, lasciando Zanca e Pisacane a lottare per il marcatore con Ustromar e Udue Effe, poi, progetti di fuga per Di Nardo e Road Dei Sogni e prevedibile pressing da parte delle coppie Sport D’Anzola/Battistini e Rivelino/Minopoli. Asticella qualità in decisa risalita con anziani di lungo corso impegnati sulla media distanza con parteza ai nastri ed una buona chance per lo specialista Ronaldo Grad e l’impeccabile Castaldo, alternative, solide e concrete, Platone Gso e D’Alessandro, nonché il biondo Skroce D’Aghi con Minopoli, agguerriti Medolla e Gp Maisto, mentre poco dopo, anziani dirottati sulla breve e pronostico diviso tra l’ardente Tintoretto Ll, lo stacanovista Oscar Benal e il giornaliero Ronaldinho Tre, tradotto in guide, Battistini, Castaldo ed il siculo Zanca. Di prammatica, il quinto appuntamento riservato alla kermesse riserva ricca prebenda ed un contesto tecnico di eccellente livello, standard confermato anche nel frangente   con Solar Da Meda e Minopoli avversari dichiarati del binomio favorito e formato dalla campionessa, Sharon Gar e Di Nardo, riflettori anche per Real Mede Sm e Zanca, notevole  curiosità per Top Model Ok, di ritorno dalla Francia ed oggi affidata a Battistini.
 

> Torna Indietro