-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

GENTLEMEN MASTER ANNAMARIA GRASSI 2013: I PROTAGONISTI

 

TROFEO GENTLEMAN ANNAMARIA GRASSI

Agonismo e sportività, grinta, vis polemica e passione, questi i connotati del gentleman del ventunesimo secolo, che smessi grisaglia, camici e valigetta ventiquattrore, abbandona l’aplomb professionale per tuffarsi in tuta, guanti e casco nel magico mondo delle corse al trotto, alimentando di anno in anno l’amore per il cavallo e perché no arricchendo il proprio palmares con vittorie e titoli. Nel solco di questa filosofia, nasce il Trofeo Annamaria Grassi, una manifestazione giunta alla sua terza edizione, che ricorda la figura di una grande amica dei gentleman emiliano-romagnoli, sostenitrice appassionata della categoria ed immancabile presenza nel corso dei decenni in tutte le iniziative legate all’attività dei “puri”. Dopo i successi di Antonio Simioli ed Elena Villani rispettivamente nel 2011 e 2012 e ancor’oggi presenti, un autentico parterre de roi scende in Riviera per impreziosire la competizione ed inseguire il prestigioso alloro, con la romagnola d’adozione Michela Rossi a fare gli onori di casa assieme ai beniamini emiliani Michele Canali e Matteo Zaccherini, ed accogliere oltre ai due vincitori delle passate edizioni, il toscano Alessi, i veneti Zorzetto e Michelotto, il giuliano Massimo De Luca, con Marco Castaldo in trasferta dalla Lombardia La presentazione dei candidati al winner circle parte, noblesse oblige con le due lady in pista stasera, la reginetta locale Michela Rossi, capoclassifica stagionale ed autentica rivelazione delle ultime annate agonistiche, tatticamente ineccepibile è partner ideale per soggetti dalla complessa gestione tattica, e le sue oltre 114 vittorie palesano le doti che universalmente le vengono riconosciute, così come per Elena Villani, campana che dalla tradizione famigliare, ha colto lo stimolo per affrontare le competizioni con successo e le sue 83 vittorie hanno nel Trofeo Grassi 2012 il momento maggiore popolarità. Dall’elegante incedere delle amazzoni, al sontuoso palmares di califfi dello spessore di Michele Canali e dei suoi sei Frustini D’Oro, del titolo di Campione Nazionale a cui vanno aggiunti una Targa D’Oro datata 1988 e un Federnat, l’apoteosi per un gentleman in carriera vinto nel 2002 in sediolo a Zenith Effe, con ben 1210 vittorie a farne il leader assoluto tra i colleghi in attività. Nella scia di Canali, un altro bolognese doc si è imposto all’attenzione del mondo del trotto in questo ultimo lustro, parliamo di Matteo Zaccherini, classe 1975 e 288 successi raggiunti in poco tempo con duplice bottino di Frustini D’Oro nel 2010 e 2011 e un invidiabile corollario cui va aggiunta la sortita oltralpe con la vittoria nel Prix Saint Claude, apogeo della categoria sulla carbonella di Vincennes, mentre per Lorenzo Alessi, la notorietà è giunta già da qualche tempo, grazie ad un innato talento e a adeguate partnership nella selettiva forma toscana, con 294 vittorie ed una bacheca su cui spicca il double nel Federnat, 2010 con Lorenz Caf e 2013 con Mastro Lollo, un Frustino D’Oro targato 2013 e in ordine sparso Targa D’Oro e incursioni francesi con predilezione per la Cote D’Azur e l’ippodromo di Cagnes sur Mer. Figlio e fratello ( di Massimiliano) d’arte, Marco Castaldo è uno dei nomi più ricercati nel panorama della categoria, lombardo in perenne trasferta per evidenti motivi d’opportunità, l’aitante Marco ha coronato il sogno vincendo il Federrnat 2009 sotto gli occhi dei suoi tifosi in una primaverile Milano grazie alla giornata di grazia del grigio Giotto D’Alfa, legittimando la sua fama con 428 allori sui quali spicca anche una Targa D’Oro bolognese nel 2006.
Il trotto giuliano ha spesso rappresentato il trait d’union con la tradizione teutonica esprimendo talenti e solide figure tra cui Massimo De Luca, leva 1963, veterinario con la manifesta passione per le redini lunghe, che, raccogliendo il testimone da papà Filiberto, ha inanellato 445 sigilli vincenti fregiandosi nel 2011 del titolo nazionale all’Arcoveggio di Bologna, cui va aggiunto un Trofeo Delle Regioni in rappresentanza del Friuli Venezia Giulia in quel di Torino, era l’anno domini 1998. Si rimane a nord-est con Otello Zorzetto, gentleman da oltre 400 vittorie, ma anche proprietario per la cui franchigia si sono distinti fior di campioni, su tutti i fratelli griffati Jesolo, Urla e Daddy, mentre per il padovano Piergiovanni Michelotto, il trotto è passione tramandata da papà Luigi e condivisa con il fratello Roberto ed il suggello nel Trofeo delle Regioni 2013 ne premia la continuità assieme alle 84 vittorie ottenute tra Padova, Trieste e Treviso. La scuola campana esprime campioni in ogni categoria e il napoletano Antonio Simioli ne è emblematica figura, con 93 sigilli ed una predilezione per le piste di casa, cui si aggiungono le eccellenze di un Trofeo delle Regioni conseguito a Tordivalle ed la primogenitura del Trofeo Grassi, nel 2011.

 

I dati dei protagonisti:

Alessi Lorenzo - Vittorie 294 - Corse 1.635 - Somme Vinte € 1.471.000

Canali Michele - Vittorie 1.210 - Corse 4.967 - Somme Vinte € 5.174.000

Castaldo Marco - Vittorie 428 - Corse 2.071 - Somme Vinte € 2.068.000

De Luca Massimo - Vittorie 445 - Corse 3.163 - Somme Vinte € 2.008.000

Michelotto Piegiovanni - Vittorie 84 - Corse 943 - Somme Vinte € 425.000

Rossi Michela - Vittorie 114 - Corse 1.069 - Somme Vinte € 489.000

Simioli Antonio - Vittorie 93 - Corse 350 - Somme Vinte € 353.000

Villani Orlando Elena - Vittorie 84 - Corse 277 - Somme Vinte € 283.000

Zaccherini Matteo - Vittorie 288 - Corse 1.188 - Somme Vinte € 1.032.000

Zorzetto Otello - Vittorie 411 - Corse 2.505 - Somme Vinte € 1.968.000
 

Nella foto Calbucci l'arrivo, la premiazione del Gentlemen Master Annamaria Grassi 2012 ed un bel primo piano della vincitrice (Elena Villani Orlando)


> Torna Indietro