-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

RESOCONTO DELLE CORSE DI MARTEDI' 12 LUGLIO PREMIO AN.I.O.C.- SECONDA SEMIFINALE SUPERFRUSTINO SISAL MATCHPOINT 2016

Serata di Superfrustino all’ippodromo del Savio, con dieci star delle redini lunghe ad inseguire l’ambita finale del 20 agosto e l’assenza, peraltro giustificata dalla nascita del suo secondo figlio, di Alessandro Gocciadoro , sostituito dal campione  2014 Lorenzo Besana, pronto a giocarsi una chance notevole per tornare protagonista dopo un 2015/2016 non proprio all’altezza del considerevole talento di cui madre natura l’ha dotato. Due le prove interlocutorie ad inizio serata e vittorie alla prima per Urasia Tab e Giampaolo Minnucci, in 1.17.9 sulla media distanza econ Urban An e Universal a completare il podio, mentre alla seconda una ritrovata Tipika D’Aghi ha facilmente disposto della concorrenza ben assecondata da Marco Lasi impreziosendo la sua performance con il ragguaglio di 1.14.8 su Twist Fks e Tina Turro, mentre alla terza , manche dì approccio del Superfrustino, tutto facile per Pietro Gubellini e The Crack Lf, con il campione milanese ad incamerare i primi dieci punti battendo il corregionale Besana, preciso interprete di Tina Trio e Giampaolo Minnucci , grintoso nel proporre in arrivo un tonico Tornado Del Vento, il tutto in . Anziani e miglio per la quinta corsa, round che Rivelino ha risolto alla sua maniera in uno spettacolare coast to coast chiuso in 1.14.6 per la gioia di Andrea Farolfi, con Regina Kosmos e Minnucci al secondo posto su Regensbourg terzo dopo percorso al largo per la regia di Mario Minopoli Jr., alla quinta, arrivo a tre con la freschezza di Rob Mabel ad aver ragione di Pepe’ Gianfi e Sunshine Kronos, tradotto in guide, un rinfrancato Giorgio D’Alessandro Jr preminente sul corregionale Vincenzo Luongo e con Farolfi terzo ad incrementare la sua già congrua classifica, tempo di 1.16.3 sulla media distanza. Tre giri di pista e contesto dalla grande incertezza tattica caratterizzavano la sesta corsa, maratona vinta dal penalizzato Pitango Jet con Giorgio D’Alessandro che con tempismo perfetto sorprendeva i battistrada Madyson De Gloria e Gubelini per staccare con autorevolezza su Re Fosco Font, venuto in arrivo a battere Madyson con Romeo Gallucci ad incamerare i primi punti della sua sin qui sfortunata trasferta . Tutto ancora da decidere alla settima, i ritiri di Nonant le Pin e Stella di Azzurra toglievano sale alla contesa che affidava a Potenza Om il ruolo di favorita e a Roger Prav il compito di rendere dura la risalita alla titolata allieva di Gubellini ed all’epilogo, serie di rotture e vittoria di Roger in 1.13.3  su Rouen Peste Tft e Ouddry dei Veltri, con conseguente promozione alla finale di Farolfi, mentre una deludente Potenza finiva squalificata costringendo Gubellini ad attendere il 2 agosto per sperare in un repechage come miglior terzo.

> Torna Indietro