-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

VENERDI' ALL'IPPODROMO E' ETHNO SOIREE: DANZA EGIZIANA E ORIENTALE NEL PARTERRE!

 TUTTI I VENERDI’ ETHNO SOIREE

Conoscere culture distanti da quella italiana, aprire nuovi orizzonti ed entrare in contatto con le associazioni del territorio che si pongono l’obiettivo di conservare e mantenere in vita forme culturali e folkloristiche di popoli lontani; questo è lo spirito di Ethno Soiree. E il centro culturale Khatawat di Forlì è senza dubbio un’associazione che da anni si propone questi principi.

Scopriamo chi è l’ideatrice di Khatawat: 
“Sara Succi inizia a danzare nel 1998 per gioco, ma scopre subito un innato talento per lo studio del movimento e il lavoro corporeo; inizia ad insegnare nel 2005 spronata dalle sue stesse insegnanti che subito la riconoscono e la autorizzano ad esercitare l’insegnamento a livello europeo. Apre il centro culturale Khatawat nel 2007 dove propone, oltre alle altre attività, i corsi di danza orientale e danza egiziana contemporanea.
La sue attitudine naturale per la psicologia e la sua esperienza personale la portano a creare una metodologia di lavoro (Reintegra Danza ®)che applica alla danza, come nella vita, un metodo con il quale poter osservare, conoscere e sviluppare le proprie potenzialità come persona e ovviamente, come artista.”

Lo spettacolo da cui sono tratti alcuni brani che saranno presentati venerdì all’ippodromo:
“NATURA CON-TATTO” spettacolo di danza araba - produzione 2013

Le tematiche di fondo:
La natura è fonte di ispirazione da sempre: la scienza è impegnata a svelare i misteri che la compongono e nell'arte, la sensibilità umana si appoggia e si nutre di essa. 
La natura come appartenenza, la natura come ostacolo.
I movimenti atavici e contemporanei delle danze egiziane ben si fondono con la ricerca introspettiva ed estetica con l' obiettivo di imparare ad essere.
Esserci in quanto appartenenti al mondo naturale, con le sue leggi e i suoi opposti.
Esserci in quanto canale energetico di forze superiori che ci muovono. 
Esserci come spettatori di un mondo che non ci appartiene, ma del quale siamo solo una piccolissima parte.
Il sole e la luna, gli animali con i loro istinti e comportamenti, il risveglio delle piante all'alba e i profumi inebrianti dei fiori; l'uomo a metà tra istinto e ragione, l'uomo che può essere spettatore di uno scenario meraviglioso, o partecipare fondendosi in essa.
 
 
 

> Torna Indietro